Condividi su Buzz

Una commovente testimonianza scritta in forma di lettera e nata dall'amore di un padre verso il figlio autistico, è il contenuto in sintesi del libro 'Caro Gabriel. Lettera di un padre a un figlio' (Dear Gabriel) di Halfdan W. Freihow, pubblicato in questi giorni da Bompiani.

L'austero paesaggio di un'isola norvegese battuta dal vento fa da sfondo a questo poetico racconto candidato al Premio Brage, il più importante premio norvegese, e diventato ben presto un caso editoriale che ha emozionato i lettori di tutto il mondo.

L’ordine dei 15 di Danïelle Hermans su Libri News La Vergine delle ossa Cesare Lombroso indaga di Luca Masali su Libri News La cacciatrice di teste di Claudio Paglieri su Libri News Tu la pagaras di Marilu Oliva su Libri News

'Caro Gabriel' descrive con immensa tenerezza un complesso rapporto d'amore tra padre e figlio, una storia vera, ricca di incomprensioni e tentativi di entrare in un mondo scandito da abitudini surreali, da lunghi momenti di completa assenza e sorprendenti attimi di lucidità.

- “Ma papà, non sai che le nuvole e l’aria non pesano niente? Non c’è niente di più leggero dell’aria! Guarda.” E ne sollevi una manciata, per dimostrarmelo. - Gabriel è il più piccolo di quattro fratelli: sembra un bambino in tutto e per tutto normale, ma è incapace di affrontare ogni novità e imprevisto, vivendo in un mondo tutto suo. Prende manciate d’aria per dimostrare che è leggera, rimane interdetto davanti a una frase fatta come “tirare l’acqua al proprio mulino”, e se qualcuno gli chiede se si è tagliato i capelli, risponde con gentilezza: “No, sono andato dal barbiere.”

In questa situazione, prende forma la storia vera di un padre che racconta la quotidiana lotta per comunicare con suo figlio, apparentemente assente eppure capace di sorprendenti attimi di lucidità: le domande del bambino, ingenue e incalzanti al tempo stesso, come quando si interrogano sull’esistenza di Dio, sono l’occasione per ripercorrere le tappe di un’intensa esperienza di amore paterno.

Halfdan W. Freihow, con tenerezza e orgoglio, scrive una lettera al piccolo Gabriel per far luce nel labirinto del suo mondo interiore, regalando a tutti i lettori una testimonianza commovente sul legame, talvolta celato ma universale, tra padri e figli.

Titolo: Caro Gabriel. Lettera di un padre a un figlio
Titolo originale: Dear Gabriel
Genere: Problemi e Servizi Sociali
Autore: Halfdan W. Freihow
Traduzione: M. Podestà Heir
Editore: Bompiani
Anno di Pubblicazione: 2010
Collana: AsSaggi
Informazioni: pg. 240
Codice EAN: 9788845264900

Prezzo di copertina: € 12,50

Confronta i prezzi su: Acquista su Bol Acquista su Webster Acquista su La Feltrinelli Acquista su Book Shop

IL LIBRO - Gabriel è il più piccolo di quattro fratelli. È affetto da una forma di "autismo atipico" (ADHD). Il bambino sembra in tutto e per tutto normale, ma ha un comportamento a prima vista "solo" divertente. La malattia lo rende incapace di affrontare le novità, l'imprevisto, ciò che non rientra nella routine e nelle regole e che lo spinge a prendere tutto quel che si dice alla lettera (per esempio alla domanda "Ti sei tagliato i capelli?" risponde "No, sono andato dal barbiere").

Ovviamente, in questa situazione, le difficoltà per il padre non sono poche, ed è proprio per far fronte al complicato compito cui è chiamato che il genitore inizia a scrivere questa lunga lettera a Gabriel, raccontando tutti gli aneddoti che gli vengono in mente, spesso buffi, certe volte drammatici e commoventi, per cercare di fare ordine in questa loro bizzarra esperienza.

Attraverso il racconto, il padre scopre così quanta profondità ci sia nelle domande di Gabriel, ingenue e incalzanti al tempo stesso, come quando il figlio interroga il padre, a suo modo, sull'esistenza di Dio. Per il padre sarà l'occasione di rendersi conto con più chiarezza di quanta felicità ci sia stata nei mille momenti, pur difficili, del loro rapporto.

L'AUTORE - Halfdan W. Freihow è cresciuto tra Messico, Norvegia, Spagna e Belgio e ha lavorato come editor, reporter, giornalista e critico letterario. Caro Gabriel, il suo primo romanzo, è stato finalista al Brage Pize, il più importante premio letterario norvegese.

Bookmark and Share
blog comments powered by Disqus

Potrebbero interessarti anche questi articoli

Related Posts with Thumbnails